Parigionline, informazioni, curiosità e eventi

Cosa vedere a Parigi
0

Parigi canta Londra: primavera da “londoners” con Paul McCartney e David Bowie

Primavera da “londoners” nella ville lumière grazie a due celebri sudditi di Sua Maestà: Paul McCartney e David Bowie saranno “in mostra” a Parigi a partire dalla prossima primavera. Protagonista di un concerto allo Stade de France l’ex Beatle, per Bowie si tratta di una retrospettiva alla Philarmonie de Paris.

Informazioni turistiche
0

Ostelli a Parigi

Non sempre è facile trovare un alloggio economico in una città come Parigi. Gli stessi hotel da 1, 2 stelli…

0

Vedere Parigi con gli occhi di un soldato

A quanto pare, Parigi piaceva parecchio anche a chi doveva conquistarla. A dimostrarlo c’è il curioso ritrovamento di una mappa turistica della città realizzata da un ufficiale tedesco e rivolta ai soldati in missione di guerra nella Parigi occupata della Seconda Guerra Mondiale. Un documento straordinario – e divertente – che dimostra come la Ville Lumière fosse capace di sciogliere il cuore anche di migliaia di invasori in divisa.

0

Vedere Parigi con gli occhi di un soldato

A quanto pare, Parigi piaceva parecchio anche a chi doveva conquistarla. A dimostrarlo c’è il curioso ritrovamento di una mappa turistica della città realizzata da un ufficiale tedesco e rivolta ai soldati in missione di guerra nella Parigi occupata della Seconda Guerra Mondiale. Un documento straordinario – e divertente – che dimostra come la Ville Lumière fosse capace di sciogliere il cuore anche di migliaia di invasori in divisa.

0

Parigi si… spegne per il clima

Parigi “oscura” i suoi gioielli per testimoniare il suo impegno nella lotta ai cambiamenti climatici. Oltre duecento simboli della “città illuminata” al buio per oltre un’ora per rispondere presente all’appello lanciato ogni anno dal Wwf. Ma stavolta c’è anche una ragione in più.

0

Parigi si… spegne per il clima

Parigi “oscura” i suoi gioielli per testimoniare il suo impegno nella lotta ai cambiamenti climatici. Oltre duecento simboli della “città illuminata” al buio per oltre un’ora per rispondere presente all’appello lanciato ogni anno dal Wwf. Ma stavolta c’è anche una ragione in più.