Parigi avrà le sue Torri Gemelle

0

E così anche Parigi avrà le sue torri gemelle. No, nessuno scherzo di cattivo gusto: è tutto vero. Messo pure nero su bianco e addirittura già pronto per diventare cantiere. Un “maxi” cantiere, a voler proprio essere precisi. Qualcosa che dovrà essere in grado di edificare, a partire dal prossimo anno, due enormi grattacieli di 180 e 120 metri d’altezza, nel 13esimo arrondissement (sud est parigino), per un totale, a operazioni concluse, di – tenetevi forte – 86mila metri quadri di uffici (ottantaseimila!) e un hotel dal oltre 120 stanze. Cento-venti-stanze!

Un'immagine del progetto Tours Duo realizzato, per il momento, solo sulla carta.

Un’immagine del progetto Tours Duo realizzato, per il momento, solo sulla carta.

Numeri che danno tuttavia solo in parte la misura dell’opera di mutazione genetica a cui la Capitale francese sarà chiamata a sottoporsi nei prossimi anni. Un cambio d’immagine radicale, dannoso secondo alcuni, necessario secondo altri. Certo è che la partita tra i pro e i contro è cominciata ancora prima che al progetto delle Tours Duo (questo dovrebbe essere il nome definitivo) fosse dato il via libera dall’amministrazione e, in un secondo momento, dai tribunali che hanno respinto gli ultimi ricorsi presentati contro l’opera.

Com’era avvenuto infatti per la Tour Triangle, il grattacielo a forma di triangolo tanto caro alla municipalità parigina, ma decisamente meno ai suoi cittadini, anche per le Tours Duo c’è chi si schiera dalla parte dei “conservatori”, difensori ultraortodossi dell’architettura a misura d’uomo della Parigi città-museo; e dall’altra invece chi si sostiene le ragioni dei pro. Come l’attuale sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, che vede in questi simboli architetturali come appunto le Tours Duo la porta d’accesso per dare alla ville lumière un’allure futurista e insieme liberarla del peso ingombrante di lunghi secoli di storia.

Una eloquente immagine, realizzata al computer da una delle associazioni che si oppone alla realizzazione delle Torri gemelle parigine, che mostra l'ombra che i due grattacieli rischiano di proiettare sulla città per l'intero arco della giornata.

Una eloquente immagine, realizzata al computer da una delle associazioni che si oppone alla realizzazione delle Torri gemelle parigine, che mostra l’ombra che i due grattacieli rischiano di proiettare sulla città per l’intero arco della giornata.

Insomma, che piacciano o meno queste “torri gemelle” in salsa parigina, non sarà comunque facile abituarsi all’immagine di una Parigi dallo skyline dal vago accento londinese. Una delle tante contestazioni mosse nei confronti delle Tours Duo, che però rischiano di svanire davanti alle cifre legate all’indotto economico che questi due grattacieli promettono di portare nelle case dei suoi proprietari e, indirettamente, in quelle della città. Basti pensare che, tra le stime fatte, e tendenti al rialzo, è calcolato che queste strutture saranno in grado di accogliere più di seimila i dipendenti. Per un giro d’affari complessivo stimato in svariati miliardi di euro. L’anno.

Share.

Comments are closed.