Il fascino sconosciuto della Tour Saint-Jacques

0

E’ uno dei monumenti tra i più sconosciuti agli stessi parigini, eppure con tutta probabilità tra quelli con più storia della capitale francese, inserito, tanto per darvi un’idea del prestigio, tra i patrimoni internazionali dell’Unesco al titolo dei “Cammini di Santiago de Compostela”. Non bastasse, la sua sommità, a nostro modestissimo avviso, è il luogo più suggestivo dove potersi gustare l’incanto di Parigi dall’alto.

tsj

La Tour Saint-Jacques vista dal basso.

Caratteristiche uniche che però non bastano a fare della Tour Saint-Jacques il gioiello che invece è e che, in quanto tale, meriterebbe d’essere riconosciuto nell’immaginario collettivo. Consci di questo imperdonabile gap, dall’amministrazione comunale di Parigi hanno deciso di facilitare a residenti e turisti la scoperta (o ri-scoperta) di un altro autentico gioiello che la Ville Lumière ha da offrire, estendendo fino al prossimo 27 settembre la possibilità di visitare la tour Saint-Jacques e scoprire quindi dal di dentro il valore di questo “piccolo” (si fa per dire) frammento del patrimonio culturale parigino.

Per tutti i week end d’estate, sarà dunque possibile immergersi nella storia incantevole e controversa di questo incredibile edificio, che poi è quello che resta della Chiesa dedicata a San Giacomo Maggiore e realizzata, tra il 1508 e il 1523, per volontà di un certo Carlo Magno. Sede di laboratorio matematico e fisico, poi successivamente meteorologico, parzialmente distrutta sotto la rivoluzione francese e da due incendi divampati nella prima metà del1800, la tour Saint-Jacques li merita davvero tutti i gradi di patrimonio dell’umanità conferitigli dall’Unesco. Ed ecco perché, nell’ottica di una passeggiata a Parigi, anche di una visita al suo interno.

tsj

L’ingresso del piccolo giardino da cui si accede per la visita sulla torre.

In collaborazione con l’associazione “Des Mots et des Arts”, il Comune di Parigi ha infatti deciso di organizzare dei veri e proprio tour per immergersi nella storia che contorna questo incredibile edificio in pieno centro parigino. Si tratta di visite della durata di cinquanta minuti che per questioni la sicurezza sono organizzate in gruppi di massimo 17 persone, tutte accompagnate da una guida, e accessibili soltanto a seguito di una prenotazione sul sito internet dell’associazione.

Le visite si svolgono come detto dal venerdì alla domenica, e la loro prenotazione si effettua a partire dal lunedì della stessa settimana della visita. Sarà comunque possibile riservare un posto per la visita guidata sotto la torre stessa, a partire dalle 9.30 del mattino del giorno stesso in cui si intende effettuare la visita, ma solo nel caso in cui ci siano ancora dei posti disponibili.

Share.

Comments are closed.