Parigini famosi

0

In linea generale i parigini, come del resto tutti i francesi, sono conosciuti per il loro nazionalismo molto marcato. Ma non bisogna dimenticare che gli abitanti di  Parigi sono caratterizzati anche da una mentalità aperta, cosmopolita e civilizzata, unita ad un grande concetto di moda e stile.La Ville Lumière ha ispirato pittori, poeti, scrittori, musicisti, artisti e aspiranti artisti, innamorati o amanti; ha visto passare milioni di persone famose e meno famose, conosciute e sconosciute, persone curiose, persone semplici e complicate; persone che l’hanno amata e persone che l’hanno odiata; persone che hanno trovato in lei, l’inizio di una nuova vita e persone che con lei hanno trovato la fine.Parigi, non è solo una città tra le mille città del mondo. Parigi, in qualche modo, nel bene o nel male è parte di chiunque la conosca.Parigi è una città straordinaria. Ogni suo angolo, ogni suo boulevard, ogni suo ponte, ogni sua cattedrale, è stato in qualche modo celebrato da chi ha considerato la Ville Lumière non semplicemente una splendida città, ma una donna da amare alla follia…Pittori di Parigi:

  • Edgar Hilaire Germaine Degas (Parigi, 19 luglio 1834 – Parigi, 27 settembre 1917), pittore impressionista e scultore.
  • Eugène Delacroix (Saint-Maurice, 26 aprile 1798 – Parigi, 13 agosto 1863), artista e pittore romantico.
  • Robert Delaunay (Parigi, 12 aprile 1885 – Montpellier, 25 ottobre 1941), pittore post impressionista.
  • Paul Gauguin (Parigi, 7 giugno 1848 – Hiva Oa, 8 maggio 1903), pittore impressionista e simbolista.
  • Édouard Manet (Parigi, 23 gennaio 1832 – 30 aprile 1883), pittore impressionista.
  • Claude Monet, (Parigi, 14 novembre 1840 – Giverny, 6 dicembre 1926), pittore impressionista.
  • Pablo Picasso (Málaga, 25 ottobre 1881 – Mougins, 8 aprile 1973), pittore spagnolo, parigino d’adozione. Nei primi anni del XX secolo, il giovane Picasso iniziò una lunga relazione affettiva con Fernande Olivier. È lei che appare ritratta in molti dei quadri del “periodo rosa”. Fu lasciata per Marcelle Humbert, che Picasso chiamava Eva, inserendo dichiarazioni d’amore per lei in molti dei suoi quadri cubisti.
    Picasso frequentava i quartieri di Montmartre e Montparnasse, annoverando tra le sue amicizie André Breton, Guillaume Apollinaire e la scrittrice Gertrude Stein.

 Scrittori di Parigi

  • Stendhal,(Grenoble, 23 gennaio 1783 – Parigi, 23 marzo 1842), scrittore
  • Voltaire, (Parigi, 21 novembre 1694 – Parigi, 30 maggio 1778), filosofo, scrittore, drammaturgo
  • Charles Baudelaire, (Parigi, 9 aprile 1821 – Parigi, 31 agosto 1867), poeta, scrittore e critico letterario
  • Luc Besson,  (Parigi il 18 marzo 1959), regista e scrittore
  • Louis-Ferdinand Céline, (Courbevoie, sobborgo di Parigi, 27 maggio 1894 – Meudon, 1 luglio 1961) , scrittore e medico
  • Savinien Cyrano de Bergerac (Parigi, 6 marzo 1619 – Sannois, 28 luglio 1655), scrittore e drammaturgo
  • Guy de Maupassant (Dieppe, 5 agosto 1850 – Parigi, 6 luglio 1893), scrittore
  • Denis Diderot (Langres, 5 ottobre 1713 – Parigi, 31 luglio 1784), filosofo, enciclopedista e scrittore
  • Alexandre Dumas figlio (Parigi, 27 luglio 1824 – Marly-le-Roi, 27 novembre 1895), scrittore e drammaturgo
  • Victor-Marie Hugo (Besançon, 26 febbraio 1802 – Parigi, 22 maggio 1885), scrittore, poeta e drammaturgo
  • Jean de La Fontaine (Château-Thierry, 8 luglio 1621 – Parigi, 13 aprile 1695), scrittore, favolista e poeta
  • Robert de Montesquiou (Parigi, 7 marzo 1855 – Mentone, 11 dicembre 1921), poeta e scrittore
  • Charles Perrault (Parigi, 12 gennaio 1628 – Parigi, 16 maggio 1703), scrittore
  • Marcel Proust (Parigi, 10 luglio 1871 – Parigi, 18 novembre 1922), scrittore
  • Jean-Baptiste Racine (La Ferté-Milon, 22 dicembre 1639 – Parigi, 21 aprile 1699), scrittore
  • Émile Zola (Parigi, 2 aprile 1840 – Parigi, 29 settembre 1902), giornalista e scrittore

Stilisti di Parigi

  • Coco Chanel, pseudonimo di Gabrielle Bonheur Chanel (Saumur, 19 agosto 1883 – Parigi, 10 gennaio 1971)
  • Jean-Paul Gaultier (Arcueil, 24 aprile 1952)
  • Hubert James Marcel Taffin de Givenchy (Beauvais, 21 febbraio 1927)
  • Jean-René Lacoste (Parigi, 2 luglio 1904 – Saint-Jean-de-Luz, Guascogna, 12 ottobre 1996)
  • Yves Henri Donat Mathieu Saint Laurent (Orano, 1° agosto 1936 – Parigi, 1° giugno 2008)
  • Hedi Slimane (Parigi, 5 giugno 1968)

Inventori di Parigi

  • Louis Braille (Coupvray, 4 gennaio 1809 – Parigi, 6 gennaio 1852), ideò l’alfabeto (che da lui prese il nome) utilizzato per la scrittura e lettura dei non vedenti.
  • Louis-Paul Cailletet (Châtillon-sur-Seine, 21 settembre 1832 – Parigi, 5 gennaio 1913), nel 1877 riuscì a produrre qualche gocciolina di ossigeno liquido.
  • Claude Chappe (Brûlon, 25 dicembre 1763 – Parigi, 23 gennaio 1805), inventore del telegrafo ottico
  • Charles Cros (Fabrezan, 1 ottobre 1842 – Parigi, 9 agosto 1888), Contribuì altresì al miglioramento della tecnologia del telegrafo ed ideò il fonografo.
  • André-Jacques Garnerin (Parigi, 31 gennaio 1769 – Parigi, 18 agosto 1823). È stato il primo uomo ad utilizzare il paracadute, lanciandosi il 22 ottobre 1797 da una mongolfiera a quota 900 metri.
  • Étienne Jules Marey (Beaune, 5 marzo 1830 – Parigi, 15 maggio 1904). Studioso dei movimenti, ideò strumenti e tecniche per la loro registrazione per cui è considerato anche un precursore della cinematografia.
  • Louis Nicolas Robert (Parigi, 2 dicembre 1761 – Vernouillet, 8 agosto 1828). Nel 1798 progettò e realizzò la prima macchina continua per la produzione di carta, in grado di produrre fogli della lunghezza da 12 a 15 m.
  • Jacques de Vaucanson (Grenoble, 1709 – Parigi, 1782). Inventore del primo telaio automatico.
Share.

Comments are closed.