Primo Maggio a Parigi: chiuso o aperto?

0

Primo Maggio: festa dei lavoratori di tutto il mondo. Domanda: anche quelli del turismo? Un quesito che avrebbero più che altro ragione di porsi quanti, approfittando della sosta, hanno intenzione di trascorrere qualche giorno in vacanza a Parigi in occasione del giorno di riposo per eccellenza. Un giorno festivo anche per la Capitale francese, questo è ovvio, ma con qualche eccezione. Vediamo quali.

viewmultimediadocument-1Tanto per cominciare, scordatevi i servizi pubblici. No, non i mezzi di trasporto: metro, bus e Rer saranno regolarmente garantiti. Proprio i servizi pubblici tipo biblioteche, anagrafe, igiene, robe del genere, insomma. Quelli saranno fermi dal Primo al 3 maggio compreso. Ma dato che a Parigi dovrete venirci giusto in vacanza, questo non è il genere di informazioni che può interessarvi. Quello che invece potrebbe tornarvi utile, anzi che vi tornerà sicuramente utile sapere è che, per dire, tutti i musei municipali saranno chiusi per l’intera giornata di venerdì Primo maggio.

Dice: oddio, e il Louvre? E l’Orsay? Tranquilli, quelli sono musei privati, niente festa dei lavoratori per “quei” lavoratori: resteranno aperti. E allora, di quali altri musei parliamo? Beh, la lista è lunga e la trovate qui. E i monumenti, quelli sono aperti? E qui una goccia di sudore freddo dovrebbe scendervi lentamente lungo la schiena, nel timore che alla parola Tour Eiffel segua il termine orribile che suona più o meno così: “chiusa”. Ma no, state tranquilli, niente riposo per la signora di ferro. Del resto, non si diventa mica per caso il monumento privato più visitato al mondo, o no? Salva la Tour Eiffel e salva pure la Tour Montparnasse, due tra i luoghi migliori dove vedere Parigi dall’alto.

viewmultimediadocument

D’accordo, conosciamo l’obiezione: e chi ha i bambini con sé. Niente paura, anche il Primo maggio Parigi non smette di essere la città a misura di bambini che è sempre stata. Basta vedere la lista delle attrazioni disponibili venerdì prossimo e ce ne si può rendere conto. Dallo Zoo de Paris, ai Jardin d’Acclimatation, al Parc Floral ai Jardin des plantes come pure al Musée en Herbe.

Finito? Non ancora. Prima di chiudere questa piccola guida per la sopravvivenza da Primo maggio a Parigi, occorre ricordare che, visto il bel tempo che promette di regalare un primo chiarissimo assaggio d’estate, varrebbe forse la pena spendere la propria giornata di riposo in uno dei favolosi parchi e giardini parigini. Ce ne sono migliaia, li trovate tutti qui. E buon riposo.

Share.

Comments are closed.