Parigi sulla griglia. Se la Ville Lumière si scopre “al sangue”, viaggio insolito sul più grande braciere della capitale francese.

0
Terrasse-du-Nüba-à-Paris

Una vista dall’altro di Le Trinquet, terrazza con vista panoramica su Parigi aperta solo nei mesi estivi.

C’è chi fa scoprire Parigi puntando sulle bellezze culturali e architettoniche della Ville Lumière. Poi c’è chi ha scelto di prendere i turisti per la gola. Nel senso metaforico del termine, si capisce. Così, dopo Audric de Campeau, il ragazzo col cane che organizza tour guidati sui tetti della capitale francese offrendo al tramonto miele, formaggi e vino, ecco Jan Hendrik, altro rinomatissimo gourmand parigino che punta sulla eccellente qualità delle carni francesi per mostrare un lato insolito della città dell’amore. Quello, diciamo così, carnivoro. E infatti la particolarità di quest’omone baffuto che vi accoglie nei pressi di Pont du Garigliano, non molto distante dalla Tour Eiffel, nel 16esimo arrondissement, è la grigliata.

133951-la-braise-barbecue-geant-au-trinquet-2

Una delle fasi della preparazione leggendaria della carne da Le Trinquet.

Ma se vi aspettate un ristorante come molti altri, col solo vizio della griglia, beh, sappiate che vi sbagliate di grosso. Perché la brace, per uno come Jan, è una ragione di vita più che un modo di guadagnarsi da vivere. Ecco perché se la porta sempre dietro, lui, la sua maxi griglia. Grande quanto un monolocale parigino (no, non è una battuta!), per portarsi dietro questo singolare attrezzo del mestiere, JAn Hendrik ha bisogno di un rimorchio. Proprio così. Un rimorchio: di quelli che usano nelle ditte edili, o robe del genere. Ecco anche perché Le Trinquet, così si chiama la struttura di monsieur Jan Hendrik, non è aperta tutto l’anno, ma soltanto nei mesi estivi. Nello specifico, quest’anno la chiusura è prevista per il 16 settembre, dunque non resta molto tempo per scoprire questo insolito angolo di Parigi che difficilmente troverete nelle guide turistiche.

Perché la bellezza di una città come Parigi sta anche nel modo che ha di stupire partendo da aspetti dati quasi per scontato, come degli scorci incantevoli, una atmosfera unica nel mondo o, appunto, l’eccellenza di una cucina che non ha nulla da invidiare alla nostra.

Share.

Comments are closed.