Mini-tour di Parigi per quando fa troppo caldo.

0
7772259746_l-hotel-de-ville-de-paris-celebrera-le-debut-du-ramadan-le-9-juillet-2014

L’hotel de Ville de Paris

A quanto pare, quella cominciata da una manciata di giorni sembra proprio essere destinata a diventare l’estate più calda a Parigi dopo l’ondata storica del 2003. Nella capitale francese il termometro oscilla senza tregua intorno ai 40 gradi e a farne le spese sono soprattutto i milioni di turisti che, costi quel che costi, non hanno intenzione di rinunciare a visitare musei e monumenti del centro, spesso sfidando il sole proibitivo delle ore di punta e sottoponendosi a lunghe file davanti alle casse pur di garantirsi un ingresso e non dover dire addio alla propria idea di vacanza. Ma si tratta di autentiche (oltre che inutili) prove di forza alle quali si può ovviare semplicemente scegliendo bene le ore del giorno e del pomeriggio in cui recarsi a determinati indirizzi, oppure accettando di buon grado che Parigi è una città dalle mille risorse e che offre opportunità anche in periodi dell’anno così complicati.

Noi, come sempre, abbiamo messo insieme due o tre proposte per dimostrarvi che si può andare al Louvre anche d’estate e senza costringersi a sfiancanti ore di attesa davanti ai botteghini, o che ci si può divertire anche con 40 gradi senza rischiare insolazioni, basta soltanto comprendere che una piccola variazione al programma, ogni tanto, può trasformarsi un una benedizione. Senza per questo dover rinunciare alla bellezza unica di Parigi e al carico di cultura che la Ville Lumière si porta con sé.

Schermata-2015-07-07-alle-10.17.33

Una immagine de l’Aquarium de Paris.

Tanto per cominciare, chi l’ha detto che il Louvre è un museo “invernale”? Da due stagioni il più famoso museo parigino, tra i più celebri al mondo, d’estate trasferisce buona parte del suo inestimabile patrimonio culturale lungo i bordi della Senna, al refrigerio, approfittando dell’iniziativa “Paris Plages”, l’evento che trasforma la rive droite della Senna in vere e proprie spiagge attrezzate, capaci di ospitare qualunque evento. Anche le esposizioni di uno dei più importanti musei del mondo. Dimenticate “La Monnalisa” o le opere il cui trasporto sarebbe impossibile per motivi di sicurezza, ma consolatevi sapendo che per l’edizione 2015, a finire lungo la Senna saranno le bellezze dell’antichità egizia conservate da sempre nel museo parigino. A partire dal 20 luglio e fino al prossimo 16 agosto il Louvre sarà accessibile tutti i giorni, dalle 10 alle 18.30, in assoluta freschezza e totalmente gratuito.

Ma se il Louvre vi sembra troppo classico, vale la pena lasciarsi sedurre dalla controprogrammazione dell’Hotel de Ville. In occasione del 70esimo anniversario della Liberazione, il comune di Parigi che spesso si trasforma in galleria d’arte, propone una esposizione di immagini che ricordano i giorni cruciali vissuti da Parigi durante la liberazione. Dal 20 giugno al 27 settembre una incredibile raccolta i immagini farà da sfondo ad una passeggiata davvero insolita tra la storia tutto sommato recente della capitale francese.

E se invece è proprio di fresco che avete bisogno, allora non vi resta che lasciarvi guidare fino all’acquarium di Parigi. Per tutta l’estate la struttura ospiterà visitatori di tutto il mondo proponendo loro tariffe vantaggiose: un pass per quattro persone (adulti e bambini) per una visita di un giorno costerà appena 49 euro contro gli 82 del resto dell’anno. Insomma, proprio sicuri di voler ancora costringervi ad una interminabile fila sotto il sole a 40 gradi?

Share.

Comments are closed.